I materiali per un perfetto Negozio di Ottica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Plexiglass, vetro, legno o metallo: i materiali migliori per arredare il negozio di ottica

Quando si arreda un negozio di ottica, come facciamo noi di Modellando, ci sono sempre due riflessioni che seguono gli incontri col cliente.

La prima si concentra sul “Cosa faremo”, la seconda sul “Come lo faremo”.

Mentre per la prima si ragiona sul layout del progetto, sull’architettura da proporre, sulle necessità più basilari, nella seconda riflessione iniziano a prendere un ruolo da protagonista i materiali.

Proprio così, perché quando si comincia ad avere un’idea in testa di quello che sarà il disegno del nostro negozio, dobbiamo iniziare a “colorarlo”, a mettere il giusto elemento al giusto posto. Quindi, come li produciamo questi elementi?

Chiaramente i materiali seguono mode, avanzamenti tecnologici e noi cerchiamo di stare sempre al passo con quello che il mercato e i nostri clienti vogliono, suggerendo allo stesso tempo quella che riteniamo la soluzione migliore e sempre motivandola concretamente.

Il ruolo del plexiglass nel settore dell’ottica

Se c’è un materiale che ha contraddistinto il mondo dell’ottica negli anni passati, questo è sicuramente il plexiglass. Ce ne è stato, anzi, quasi un abuso nel corso del tempo, perché lo si è associato a un’idea di pulizia e trasparenza che rimanda all’ottica intesa come attività medica. C’era, nel modo di arredare i negozi, un principio per cui dovevano essere bianchi e asettici. Questo aspetto, assolutamente fondamentale nel lavoro di un ottico, non è però il solo che va preso in considerazione.

C’è un’altra prospettiva per immaginare un negozio di ottica: lo possiamo considerare come il “laboratorio di un professionista“, il quale ha sì un compito molto delicato legato alla salute degli occhi ma è anche colui che monta e lavora concretamente gli occhiali. Con questo approccio, il plexiglass è più un materiale secondario: noi continuiamo ad utilizzarlo per alcune mensole o per i pannelli che prevedono un gioco di luci, sia nella versione opaca che in quella trasparente.

Proprio perché sappiamo che esistono moltissimi tipi di rivestimento per gli elementi di arredo, mettiamo a disposizione dei nostri clienti un’ampia gamma di materiali differenti.

La bellezza intramontabile del vetro

Il vetro si è ripreso nel tempo il suo ruolo da leader come materiale legato alla trasparenza e alla pulizia.

Il vetro è uno dei materiali più antichi lavorati dall’uomo, tant’è che ci sembra ormai quasi naturale più che un prodotto artificiale. Il motivo della sua permanenza nella storia dell’uomo è dato da alcuni fattori che persistono: il vetro ha una grande resistenza, è facile da pulire, si graffia molto meno del plexiglass e conferisce agli ambienti un aspetto di completezza e di pregio.

Nel nostro lavoro quotidiano, quello legato alla ricerca, noi di Modellando continuiamo a sviluppare tecnologia per la produzione del vetro: il vetro che utilizziamo è sempre il temperato, un materiale più resistente e dalla maggiore malleabilità. In particolare abbiamo studiato il vetro pixel, che ha grandi proprietà di diffusione della luce, grazie a una texture puntinata che permette a questa geometria di trasmetterne il passaggio.

Mensola con Vetro Pixel

Le nuove tendenze nell’arredamento dei negozi di ottica

Un altro aspetto che negli ultimi anni è emerso nel mondo dell’ottica è il ruolo della moda: il fashion è diventato un elemento imprescindibile che completa il prodotto “occhiale”. Molti negozi hanno sempre più l’aspetto di una boutique e vengono di conseguenza arredati come si fa con molti altri esercizi commerciali.  Alla luce di questo, noi di Modellando abbiamo la possibilità di offrire ai nostri clienti stili diversi e di tendenza. Abbiamo scelto infatti di produrre arredi principalmente con alcuni materiali, come il legno o il metallo.

Le tante sfumature del legno

Il legno è un materiale ricchissimo, nel senso che si presenta, a seconda dell’origine, con consistenze e colorazioni così diversi tra loro da offrire un’ampia scelta per qualsiasi declinazione stilistica si possa prendere. Noi di Modellando lo lavoriamo dal laminato al legno in essenza, a seconda del gusto del nostro Cliente, dell’elemento o del progetto in questione. Il legno in essenza è un materiale che resiste tantissimo al passare degli anni; quell’aspetto invecchiato che assume col tempo gli dà ulteriore bellezza e fascino. Il legno è calore e vicinanza, permette di creare ambienti accoglienti.

I legni che amiamo di più sono il Rovere (soprattutto il Rovere a 3 strati), l’Abete (che è più nodoso, dall’aspetto più vicino alla pulizia dell’architettura nordica) e l’Acero Europeo (un legno molto chiaro con cui integrare finiture più scure per avere degli splendidi risultati a contrasto).

Noi di Modellando però non ci limitiamo ad usare i materiali più noti e comuni; abbiamo infatti iniziato a studiare da tempo sia il bambù che il legno di mango, per tirare fuori da entrambi le potenzialità che possiedono: flessibilità, versatilità e durata.

Il Rovere 3 strati

Il metallo, principe dello stile industrial

L’architettura sta attraversando una fase assimilabile allo stile industrial. Noi di Modellando lo avevamo già anticipato negli anni scorsi e, ora che la richiesta arriva dai clienti stessi, siamo pronti a offrire soluzioni già sperimentate e collaudate. Il metallo è diventato così la risposta più immediata e soddisfacente a questa nuova esigenza stilistica e non nascondiamo che anche noi abbiamo una leggera preferenza per tutte le sue proprietà ed infinite possibilità di lavorazioni e design.

In tantissime finiture utilizziamo quindi lamiera e metallo: il design rimane pulito, molto fine e ha una neutralità che permette di impreziosirlo con altri materiali, anche molto diversi tra loro.

Grazie al metallo possiamo produrre elementi stilisticamente distanti tra loro: nelle esposizioni a lama, ad esempio, dove la lamiera viene messa di taglio, si nota un aspetto molto fine, delicato ma deciso. Nelle gambe di design in scatolare invece, creiamo uno stile più possente, più massiccio che dà un’idea di robustezza più completa.

La varietà di colori

Un aspetto che accomuna i diversi materiali che proponiamo ai nostri clienti per arredare il negozio di ottica è sicuramente la scelta di colori. Cerchiamo sempre di offrire tante varianti così da soddisfare pienamente il progetto che lavoriamo sugli obiettivi del Cliente. 

Modellando è sempre al passo con i tempi

Quello che non dimentichiamo mai nel nostro lavoro è tenere gli occhi aperti sulle nuove tendenze. Negli anni in cui il mercato e lo stile richiedeva il plexiglass, siamo stati attenti a sceglierlo e lavorarlo nel migliore dei modi. Da qualche anno abbiamo iniziato a usare (e integrare) legno e metallo appena abbiamo intuito dove stavano andando le richieste e le esigenze degli ottici. Non sappiamo ancora quali saranno i materiali che ci sorprenderanno nei prossimi anni ma sicuramente sapremo riconoscerli e studiarli per tempo.

Materiali per il perfetto negozio di ottica